sabato 31 agosto 2019

venerdì 30 agosto 2019

giovedì 29 agosto 2019

domenica 25 agosto 2019

Conflentesi.

Cicciu Roperti (a puddruletta)



venerdì 23 agosto 2019

Na vipera...

Na vipera ccu ll'uocchi m'ha guardatu
Senza me muzzicare m'ha ferutu.
Tantu de lu  velenu chi m'ha datu,
Chi nulla medicina m'ha culutu!
Duve lu gran ceraulu sugnu statu,
E ppe sanare a mie s'è scumpidutu.
Unu sulu rimediu ha cunsigliatu:
Fatte sanare de chi t'ha ferutu.

Ceraulu: ceraldo  (addomesticatore di serpenti).
Scumpidutu: scomodato.

giovedì 22 agosto 2019

Colere o colire.

Giovare.

 L'aria d'i Cujjienti un me cole.
L'aria di Conflenti non mi giova.

Conflentesi.


Vaccaro.




Sussurri del Reventino


mercoledì 21 agosto 2019

lunedì 19 agosto 2019

Piazza dell'Emigrato.
Foto A. Balotelli.

venerdì 16 agosto 2019

Festa di Ferragosto tra amici conflentesi a Lamezia.


Littera e nu cujjentaru nu pocu ncazzatu.

Da facebook.
"Conflenti è il paese più bello del mondo, ma un mio amico politico disse: è un paese che deve stare chiuso in una grande conchiglia; aveva ragione! C'è troppa invidia, troppa cattiveria, troppi registi, troppi attori, ma l'invidia è al 1° posto.

giovedì 15 agosto 2019

Ficazzane.



Martirano in fiore.



Va, camina va!

Va', camina, va'!

Togliti dai piedi!   Finiscila di darmi fastidio!

mercoledì 14 agosto 2019

Spusaliziu

Pasqualino e Nora

u catofaru d'u chiuppu.

Il cadavere del pioppo.

martedì 13 agosto 2019

CIrignano.

CIRIGNANO E LA “STRADA DIVINA”
A quanti di noi è capitato di aver riparato o costruito una casa?
Quanto tempo abbiamo dovuto dedicare alla definizione del progetto, alla valutazione delle possibili alternative, all'ottenimento di un mutuo?

lunedì 12 agosto 2019

domenica 11 agosto 2019

venerdì 9 agosto 2019

martedì 6 agosto 2019

Mario B

Mario B. era nato da un matrimonio combinato,  rivelatosi in seguito molto scombinato. I genitori  erano cugini "carnali".  Lei, dicono, molto  bella; lui, molto danaroso; tornato al paese  dopo aver lavorato per anni in America. Si sposarono e non vissero felici. Un matrimonio burrascoso. L'uomo era molto geloso e seguiva la moglie passo dopo passo e anche  quando questa si recava alla fontana, da una torretta costruita sul tetto della casa, con un binocolo ne controllava i  movimenti.  Trovava sempre il pretesto per rimproverarla  e, dicono, spesso la picchiava. La vita per lei, dal giorno delle nozze, diventò un inferno da cui non riuscì mai a liberarsi. Nacque Mario, ma nella loro vita non produsse nessun cambiamento. La donna viveva segregata in casa. Si ammalò; resistette poco, poi morì. Sul piccolo Mario si scatenò la rabbia assurda del padre. Lo riempiva di botte e di rimproveri. Pertanto lo rovinò nel fisico e nel carattere. Il ragazzo crebbe solitario sia per sfuggire agli scherzi dei  compagni, sia  perché nessuno lo aiutò per toglierlo dalle grinfie del padre-padrone.

Ritorno di Russel a Conflenti.

Qui con Sergio Aurota-

domenica 4 agosto 2019

giovedì 1 agosto 2019

Ancare.

Aprire. 
 Anca a porta 
Apri la porta.
Cu ra vucca ancata.
Con la bocca aperta. 

Camminare a grandi passi.