domenica 28 ottobre 2018

Donne al lavoro.

Da internet.

sabato 27 ottobre 2018

mortuoriu o murtuoriu.

Mortorio

Lutto

a campana sona a mortuoriu
la campana suona il mortorio

Noia
ca è nu mortuoriu
Qui è un mortorrio.


Tempia
Me dole u mortuoriu
Mi fa male la tempia

Ammuta


Nu suggettu ch’è curiusu
Diligente ma pilusu
Adi a vucca du vavusu
Assai larga de pertusu.


giovedì 25 ottobre 2018

mercoledì 24 ottobre 2018

Na rosa rossa.

"Na rosa rossa alla grasta chiantai
Crisciuta ccu le lacrime l'avia
De lu sule e la luna la guardai,
Pure de illi n'appi gelusia! 
Alla scola d'amuri la mannai;
Cridiennu certu ca stava ccu mia!
Mo chi s'è fatta 'ranne scocculata 
la viju 'mpiettu a n'autru e noni a mia ?" 

grasta: vaso 
ranne: grande
Scocculata : sbocciata

russure

rossore; vergogna.
und'avire; un sentire russure
non avere, non sentire vergogna.

lunedì 22 ottobre 2018

A strata e re fosse.


Tutte e strate se su' ruinate
Ma nessunu l’ha cunzate.
 I furbi fanu accordi
E a nui fricanu i sordi
Tutte e strate su scassate
Ma risurtenu asfaltate.


Nuclei conflentesi del primo Novecento. Annetta.

Mete.

Fontane a San Mazzeo. Britti.

domenica 21 ottobre 2018

Elevazione del Santuario a basilica minore.

Basilica minore

Scuglia ricorda Guglia.

Michael Raffaelina Scuglia: I remember in the 40s and 50s my parents Giovanni and Filomena Nero were share farming. Every morning my sister and I would bring milk to Don Giovanni and Donna Concetta at this Castello. We were little girls then. I remember all the perfumed roses in the front garden, also the massive kitchen with the biggest stove I had ever seen.
We both thought we were in heaven.
It is a shame it has gone to ruins.
We have visited it twice since we moved to Australia. Special request, has anybody got any photos of the Castello in its former glory.
Beautiful memories.


mercoledì 17 ottobre 2018

Santuario di Visora.



Nuclei conflentesi del primo Novecento. Passo Ceraso

Sacco

Scilata

Sfilata.
Scilare : sfilare

Sciogliere
Contrario : mpilare 

Si dice anche di una donna magra:
Cum'è scilata.



domenica 14 ottobre 2018

Caulu

Cavolo.
plurale: cauli.

venerdì 12 ottobre 2018

mercoledì 10 ottobre 2018

martedì 9 ottobre 2018

Nuclei conflentesi del primo Novecento. Passo Ceraso. Sacco.

Sacco.

Consorzio di Bonifica.

Ma che fa il Consorzio di Bonifica se ogni volta che piove ci sono tanti danni?
Come vengono spesi i soldi? Per pagare il personale? 
Non sarebbe il caso di chiuderlo?

Stile e Cultura.

Stile e Cultura.

Risorgimento italiano.

Il regno dei Borbone.

Ottima analisi di Vincenzo Villella sul regno dei Borbone a Napoli.

lunedì 8 ottobre 2018

Spernuzzata: Inferno e Paradiso.




Dimmurare

Indugiare, restare a lungo, ritardare.


Aju dimmuratu: ho ritardato; sono in ritardo.

sabato 6 ottobre 2018

Dijuneddra

Le interiora degli animali macellati.
Dijunella in altri dialetti.

mercoledì 3 ottobre 2018

Carriare

Trasportare

pp: carriatu
aju carriatu u granu

na carriata e granu

Nuclei conflentesi del primo Novecento

Passo Ceraso.

lunedì 1 ottobre 2018

Ambiente.

La natura crea, l'uomo distrugge.

Alberi secolari sono stati abbattuti in località Guglia nell'indifferenza totale.
Ci allarmiamo tanto per quanto succede in Amazzonia, ma non muoviamo un dito per ciò che avviene in casa nostra. Evidentemente le autorità preposte erano in altre faccende affaccendate. Il taglio doveva essere regolato,  controllato e autorizzato. Ci saranno danni per l'ambiente, ma sembra che la cosa non interessi nessuno.

L'uarcu (Nicastro)

L’uarcu
L’uarcu di ‘i storii ‘i ‘na vota
-ni dicianu- è sulu fhantasja!
Ma, si ‘nu pocu ci pianzu, accussì ‘un pari a mia.
-‘Un jiiri appriassu a nissunu ca ti po’ tantari,
‘na caramella, ‘nu gelatu vua mangiari?-
-di nissunu fhuristiari fhatti abbicinari,
e quanti, quanti atri raccumandazioni
e tanti ancora nua ndi riciviamu,
e ‘ntr’a ricchja ‘a vuci ‘i tata nua sintiamu.
Ma certi voti,e nua cchi ‘ndi sapiamu?,
l’uarcu stavia propriu llà,’ntr’ ‘a casa ammucciatu,
e nissunu mai si l’ avera ‘mmagginatu
ca putia essari ‘nu patri, ‘nu zianu, ‘nu canatu,
‘nu vicinu di casa, n’ amicu cunsidiratu cumu ‘nu parenti,
putia puru essari ‘nu nonnu o unu ca ‘un t’è nenti,
‘nu prifhissuri alla schola, ‘nu miadicu allu ‘spitali,
e………senza ipocrisia,
c’era puru ‘nu priaviti dintra ‘a sacristia.