giovedì 31 dicembre 2015

Bon annu


Capodanno in Nuova Zelanda

Bon Annu

 Cujjentaru:

Bon annu  ad amici e parienti
a tutta a gente ch'è nata a ri Cujjienti.
Bon annu a chine è  bicinu  e a chine è luntanu
a  chine vive a Roma,  a  Berna o a Marturanu,
Bon annu a chine va, a chine torna
a chine le scura e a chine le 'njorna.
Bon annu a chine è sulu e a chine è ncumpagnia
a chine è  a ra casa e a chine è mienzu a via.
Bon annu  a chine è sanu e a chine è malatu
Bon annu a tutta a gente d'u creatu.

Iu vulesse truvà pace di E. De Filippo

Iu vulesse truvà pace di E. De Filippo


mancu

Mancu: neanche


'un c'è mancu nu cane 

Non c'è neanche un cane

espressione: è bellu chi mancu

E' tanto bello che anche a dirlo non ci crederesti. 

lunedì 28 dicembre 2015

Minnitta

Minnitta (o vinnitta): vendetta

Chistu è nu scannalu chi grida minnitta a Diu. 
Questo è uno scandalo che grida (chiede) vendetta a Dio.


  Chilla chi piace a mmie
E' ra minnitta!  E ' ra minnitta, 'u sai.


 V. Butera 

domenica 27 dicembre 2015

Giochi a Conflenti

"Ma quando eravamo tra noi ragazzi, allora sì che ci divertivamo. Eravamo allegri, inventavamo giochi nuovi, andavamo negli orti a prenderci la frutta, cercavamo di fare dispetti, preparavamo le buche che, opportunamente coperte, diventavano trappole per i malcapitati, cacciavamo le lucertole che poi avremmo usato per spaventare le donne. Un gioco che facevamo spesso con il mio amico Vincenzo Raso, quando ci trovavamo nei gabinetti pubblici al campetto dietro alla chiesa, era quello di provare a indovinare i proprietari dei vari mucchietti di escrementi, leccornie per i mosconi che vi ronzavano intorno. Nell’immaginare l’autore dei piramidali mucchietti con i pantaloni tirati giù, in una posizione di per sé ridicola, mimando con la faccia lo sforzo esercitato, crepavamo letteralmente dalle risate e se per caso, dopo aver finito la nostra toilette, incontravamo per le vie del paese uno dei nostri immaginari defecatori, inevitabilmente riscoppiavamo a ridere, senza che il malcapitato potesse immaginarne la ragione."

sabato 26 dicembre 2015

San Nicola


Luoghi conflentesi



sutta santu Nicola

a via d'a Mmaculata

a caseddra d'i chienci

venerdì 25 dicembre 2015

Natale alla Querciola

 Foto: Fazenda da Esperança




Buon Natale

Buon Natale

mercoledì 23 dicembre 2015

Comunicazione del Sindaco di Conflenti





Nel 1996 il mio ViceSindaco di allora, dr. Franco Esposito, mi lanciò l'idea di aggregare i Comuni della Calabria che ospitassero sui loro territori i Santuari di culto Mariano di altrettanta importanza rispetto al nostro, per spiritualità e frequentazione. Intuì subito la straordinarietà dell'idea e la feci immediatamente mia, impegnandomi da subito su questa progettualità, coinvolgendo l'allora Assessore Dr. Antonio Scalzo . A distanza di tanti anni quell'idea, partita da Conflenti e gestita dal nostro Comune nella modalità di "Capofila" di altre quattordici municipalità, oggi (22 Dicembre 2015) è diventata Legge Regionale. Dopo una giornata estenuante di attesa a Reggio Calabria, iniziata questa mattina, finalmente nella tarda serata è avvenuta la "fumata bianca", con l'approvazione della Legge ALL'UNANIMITA' da parte del Consiglio Regionale della Calabria. Infatti, dopo la brillante relazione dell'On. Antonio Scalzo (Co-firmatario insieme all'On. Giuseppe Aieta del disegno, diventato Legge) c'è stato il coro di consensi agli articolati, passati in rassegna uno per uno. Ogni articolo approvato equvaleva alla realizzazione di un sogno per un percorso difficile, fatto in salita e sempre condiviso con tutti i grandi colleghi Sindaci e compagni viaggio.


Confluenti

I due fiumi che secondo alcuni storici avrebbero dato origine al nome Conflenti.

martedì 22 dicembre 2015

giochi di ragazzi

I giochi erano semplici e sempre collettivi, non si poteva giocare individualmente come avviene oggi con i computer o le playstation, solo qualche anziano seduto sui gradini davanti casa faceva il solitario con le carte. L’agonismo, sì, quello esisteva: non c’è gioco che non contempli sconfitta o vittoria, ma non c’era un premio finale, se non quello rappresentato dalla soddisfazione di poter dire allo sconfitto “io sono meglio di te”, e magari a distanza di qualche ora o di qualche giorno le parti si ribaltavano, e così tutti potevano assaporare sia la gioia della vittoria che l’amarezza della sconfitta. Grande metafora della vita, forgiatura verso l’età adulta. 

lunedì 21 dicembre 2015

Solo e pensoso nelle campagne conflentesi.


Solo et pensoso i più deserti campi
vo mesurando a passi tardi et lenti,
et gli occhi porto per fuggire intenti
ove vestigio human l'arena stampi.

Buon Natale

Albero di Natale a Torino.

domenica 20 dicembre 2015

Suoni a Conflenti


Presepi a Conflenti

 Dal sito: gli amici del Casale. Foto di F. Folino.



sabato 19 dicembre 2015

venerdì 18 dicembre 2015

Natale di Gaspare Caputo

NATALE
«Stasira cìantu lìre m'hai de dare
e te purmìntu ca pue fazz'u bravu.
E bummicédde me vaju ' accattàre
cà su' arrivate ddùe Rusariu Scavu».
Accussìdi, Papà, io te dicìa
ogne annu ara vijìlia de Natale
e, quannu 'mmanu chiri sordi avìa
m'i spennìadi a scintille ed a bengale.


giovedì 17 dicembre 2015

Ritorno a Serra d'Acino





Non più canti di donne e pianti di bambini, ma solo un silenzio che ti fa paura.