venerdì 8 ottobre 2010

Guagliuni

’nto’ te ricuordi quann’eramu guagliuni
E jiamu curriannu  sti cavuni cavuni
Scauzi, luardi, sciancati
Pariamu dui dannati
L’orta appenninu, faciamu na cisina
E supra l’arvuli, sagliamu a re curina;
Quante fuiute, quant' arruzzuluni
Secutannu licerte e curzuni;
Quante mazzate
avimu date e pigliate;
E a re pagliare
Quanti vasuni  dati a re quatrare.
Mo tuttu è passatu,
Però chi bellu, ca stu tiempu c’è statu!

                           Antonio Coltellaro


Glossario:

orta appenninu: giù per gli orti  - arvuli: alberi - curina: cime - secutannu: inseguendo- licerte: lucertole -curzuni: serpenti - mazzate: botte -  pagliare: pagliai, capanne - vasuni : baci quatrare- ragazze

1 commento:

enzobutera ha detto...

mi piace molto