sabato 22 maggio 2010

Dialetto

Lassare all’urmu



Espressione meridionale che si usa in un tipico gioco di carte chiamato in Calabria : “ Patrune e sutta “.

Il gioco, al quale possono partecipare numerosi giocatori, inizia normalmente in maniera tranquilla; poi, per una serie di provocazioni, può sfociare in episodi violenti e qualche volta cruenti.

Si gioca praticamente sul filo del rasoio e basta un nonnulla per risvegliare odi repressi e rancori sopiti.

Lassare all’urmu letteralmente significa : lasciare all’olmo. Nel gioco il significato è: non far bere una o più persone.



L’origine della frase probabilmente è da attribuire al fatto che nel gioco è presente una persona (sutta) che pur disponendo della possibilità di far bere gli altri  ( per invito del "patrune") non può decidere per se stesso. Praticamente qualcuno che pur reggendo il bicchiere di vino non potrà berne così come l’albero dell’olmo che nelle vigne è piantato accanto alle viti per sostenerle.
In alcuni paesi  oltre il "pastrune" e il "sutta" c'è anche " a fimmina prena". 
In italiano è conosciuto  come la passatella.

Nessun commento: